Residenza #3  – prova aperta

Sabato 24 ottobre ore 21:00

Stefania Tansini

MY BODY

progetto modulare solo e trio

progetto e coreografia Stefania Tansini
danza Miriam Cinieri, Stefania Tansini
luci Matteo Crespi
suono Claudio Tortorici
a seguire incontro con la coreografa a cura di Francesca Giuliani

con il sostegno di L’arboreto – Teatro Dimora | La Corte Ospitale ::: Centro di Residenza Emilia_ Romagna; Teatro Petrella di Longiano; Masque Teatro; in collaborazione con Simona Bertozzi/Nexus

 

Un’affermazione di vita.
Un’accettazione disarmata del nostro essere fragili, vulnerabili, precari.
Tutto quello che siamo e che facciamo è sempre ad un passo dal limite.

My Body è un progetto modulare che si articola in un solo e in un trio.
da una parte l’individualità e il mondo, dall’altra la comunità e il mondo.
Due prospettive di una medesima domanda. Due modalità di essere, di stare, di fare.

Non distanti, ma diverse. Non opposte, ma complementari e inclusive.
My Body si sofferma sulla questione esistenziale.
Che cosa facciamo? Come stiamo? Da soli, con gli altri, con le cose, con il mondo… che cosa ce ne facciamo di questa vita, in questo corpo, in questa situazione?

Si domanda quali strade può prendere e in quali forme si può incarnare il vitalismo umano che ci appartiene e nel quale siamo immersi.

 

residenza creativa per la ricerca e la composizione del nuovo spettacolo My Body di Stefania Tansini  dal 9 al 24 ottobre 2020

 

Gli spettacoli di danza sono presentati nell’ambito di
E’ BAL – Palcoscenici romagnoli per la danza contemporanea
un progetto di ATER Circuito Regionale Multidisciplinare
in collaborazione con L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino,
Città di Cattolica – Assessorato alla Cultura – Ufficio Cinema-Teatro 
Comune di Rimini, Santarcangelo dei Teatri, Teatro del Drago,
Teatro Petrella di Longiano, Riccione Teatro,
Istituti Culturali della Repubblica di San Marino

VORREI FARE CON TE

QUELLO CHE LA PRIMAVERA

FA CON I CILIEGI

progetto di accoglienza e residenza per creazioni coreografiche
condiviso da
L’arboreto Teatro Dimora di Mondaino, Teatro Petrella di Longiano

Il Teatro Petrella di Longiano e L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino condividono l’esigenza di qualificare i luoghi e i tempi di studio, ricerca e creazione coreografica: per la ricerca e la produzione di nuove opere contemporanee; per sperimentare differenti relazioni con le comunità di riferimento.

Dopo diversi anni di rispettivi percorsi attorno ai temi delle residenze, le due strutture hanno scelto di costruire un progetto di lavoro comune per la ricerca artistica, mettendo al centro delle progettualità il valore del processo creativo e il coinvolgimento di diversi sguardi critici e d’autore.

L’obiettivo è quello di creare un terreno fertile – ascolto, dialogo, sostegno – per le compagnie di danza e i coreografi che hanno la necessità e il desiderio di essere accolti nei luoghi e nei processi di residenza creativa.

www.arboreto.org

 progetto realizzato in collaborazione con